Welfare e Sanità


Vaccini Covid: dopo intervento sindacati, Regione Lombardia chiede elenchi personale educativo comunale

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

Cgil Cisl Uil, Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Uil PA Lombardia: “Vaccinare subito anche chi fa assistenza scolastica. Sia tempestivo l’incontro per tutti i servizi pubblici essenziali e di pubblica utilità”   Milano, 4 marzo 2021 –  Abbiamo appreso che ieri Regione Lombardia ha finalmente chiesto ai Comuni gli elenchi del personale che opera in asili nido e scuole…

Leggi tutto…

Piano vaccini scuole, Cgil Cisl Uil Lombardia: bene l’avvio della campagna, ma va allargata al personale di tutti i servizi essenziali

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

      Dopo aver sollecitato, insieme alle categorie sindacali della scuola, un incontro con Regione Lombardia, oggi finalmente siamo stati convocati. L’assessore all’Istruzione Sala, il direttore generale dell’assessorato all’Istruzione Brocchieri e il direttore generale dell’assessorato al Welfare Pavesi hanno illustrato il piano vaccinale per il personale scolastico. Regione Lombardia si è impegnata ad avviare da domani, 3 marzo, la…

Leggi tutto…

La scuola aperta è una priorità per Regione Lombardia?

in Istruzione Formazione Ricerca, UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

  Le segreterie regionali di CGIL CISL UIL e delle Federazioni di categoria, FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, hanno seguito con attenzione le comunicazioni rese al Consiglio Regionale della Lombardia dall’assessore al Welfare Letizia Moratti e dal consulente Guido Bertolaso. Abbiamo nelle ultime settimane chiesto ripetutamente che il personale scolastico fosse individuato fra i target prioritari della campagna…

Leggi tutto…

Garantire i vaccini a tutta la popolazione, a partire dai soggetti più a rischio

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

  Il commento della segreteria CGIL Lombardia alle dichiarazioni di Letizia Moratti, assessora alla Sanità regionale Il diritto alla salute è garantito dalla nostra Costituzione a tutte le cittadine e i cittadini. Il piano vaccinale nazionale, che determina le priorità per alcune fasce di popolazione, è stato validato dalla Conferenza Stato Regioni e, conseguentemente, va assunto e reso esigibile senza…

Leggi tutto…

Per la Cgil vaccinarsi è un atto di responsabilità

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

      Per la Cgil vaccinarsi è un atto di responsabilità. Un atto di responsabilità dello Stato nei confronti della popolazione. Un atto di responsabilità del singolo e della singola nei confronti della propria salute e di quella dei propri cari. Ed è un atto di responsabilità di ciascuno nei confronti della collettività. La pandemia potrà essere sconfitta solo…

Leggi tutto…

Sanità lombarda, Cgil Cisl Uil: la pandemia ha dimostrato le carenze del sistema. Cambiare la legge regionale 23/2015

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

La cura della sanità comincia dal territorio. Riorganizzare la sanità territoriale con al centro il distretto sociosanitario   “La pandemia ha evidenziato le debolezze del nostro sistema sociosanitario, rendendoci più consapevoli dell’importanza di un servizio sanitario universalistico e pubblico e del fatto che la spesa sanitaria, dopo anni di razionamenti e di definanziamento, debba considerarsi un investimento per il benessere…

Leggi tutto…

La cura della sanità lombarda comincia dal territorio – SEGUI LA DIRETTA

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

La pandemia di questi ultimi mesi ha messo in evidenza le falle della sanità lombarda, oltre che i manifesti errori della legge regionale sul sistema socio-sanitario. Cgil, Cisl e Uil Lombardia già dall’estate 2020 hanno sollecitato Palazzo Lombardia a stringere un nuovo “Patto sulla sanità”, a partire dalla necessità ormai improrogabile di rilanciare la medicina territoriale. Per ribadire proposte e…

Leggi tutto…

Tamponi e assistenza domiciliare per chi può permettersi di pagarli. Ma la salute è un diritto che la sanità pubblica deve garantire a tutti e non può essere lasciata al libero mercato

in UFFICIO STAMPA, Welfare e Sanità

  Dalla sanità privata è partita l’iniziativa per un servizio di assistenza sanitaria e diagnostica domiciliare per pazienti Covid-19 in isolamento domiciliare obbligatorio(90 € per il tampone a casa e 450 € per un pacchetto di prestazioni sanitarie a domicilio), ma l’uno e l’altra sono proprio quello che la sanità pubblica deve garantire a tutti coloro che ne hanno bisogno. È, infatti, un dovere pubblico e, tanto più in questa…

Leggi tutto…