In Lombardia 670mila persone in povertà assoluta. L’Alleanza contro la povertà chiede una cabina di regia

in News

Istituire una cabina di regia a livello regionale per il contrasto alla povertà in Lombardia. È la proposta lanciata dall’Alleanza contro la povertà in Lombardia, in occasione del convegno che ha organizzato oggi a Milano nella ambito del Festival per lo sviluppo sostenibile 2018.

Nella nostra Regione sono 670mila le persone che vivono in povertà assoluta. Le famiglie povere in Lombardia sono il 4,6% e cresce di più dove ci sono figli minori. Per le famiglie straniere la percentuale si alza al 30%.

“Delle risorse nazionali per la lotta alla povertà, alla Lombardia spettano oltre 32 milioni di euro e a sei mesi dall’introduzione del Rei, che dal primo luglio diventa una misura universale poiché unico requisito sarà la situazione economica, è arrivato il momento di concretizzare un’azione integrata tra istituzioni, associazioni e privato sociale – afferma Paola Gilardoni, portavoce dell’Alleanza lombarda contro la povertà -. La cabina di regia può favorire il confronto sull’attuazione del Rei, sul coordinamento tra le politiche e l’interazione tra le diverse misure presenti in Lombardia per il contrasto alla povertà”.

Nei primi sei mesi di introduzione del Reddito di inclusione, ha reso noto il direttore regionale dell’Inps Lombardia Giuliano Quattrone nel corso del convegno, sono state liquidate oltre 10.000 domande di Rei, per un totale di 6 milioni e 500mila euro.

“La vera sfida è fare in modo che i destinatari di queste risorse economiche siano fattivamente coinvolti in progetti concreti di reinserimento lavorativo e sociale e perché ciò avvenga è fondamentale il ruolo dei servizi sul territorio – afferma la portavoce dell’Alleanza contro la povertà in Lombardia -. Occorre rafforzare il sistema integrato degli interventi. Per questo a Regione Lombardia chiediamo di coinvolgere strutturalmente l’Alleanza nella definizione del Piano regionale contro la povertà e di stanziare risorse aggiuntive su fondi nazionali”. 

Per martedì 5 giugno è stato convocato un primo incontro a Palazzo Lombardia sui temi del Piano regionale di  contrasto alla povertà. Nel corso del convegno, l’assessore regionale alle Politiche sociali Stefano Bolognini ha ascoltato con attenzione le proposte dell’Alleanza e mostrato disponibilità ad interloquire.

 

Al convegno  “Il contrasto alla povertà in Lombardia. Costruiamo reti per l’inclusione”, organizzato dall’Alleanza contro la povertà Lombardia, hanno partecipato esponenti delle istituzioni, delle associazioni e dei sindacati. Nella prima parte sono intervenuti: Padre Giacomo Costa, direttore della rivista Aggiornamenti sociali, Paola Gilardoni, portavoce Alleanza contro la povertà Lombardia, Roberto Vassena, vicepresidente Associazione Banco Alimentare della Lombardia, Giuliano Quattrone, direttore regionale Inps Lombardia, Roberto Rossini, portavoce Alleanza contro la povertà.

Alla tavola rotonda, coordinata da Marinella Magnoni della segreteria della Cgil Lombardia, sono intervenuti: Stefano Bolognini, assessore Politiche sociali abitative e disabilità Regione Lombardia, Virginio Brivio, presidente Anci Lombardia, Roberto Capellini, presidente Federazione Regionale Lombarda Società di San Vincenzo De Paoli, Valeria Negrini, presidente Federsolidarietà Lombardia, Fosca Nomis, responsabile Relazioni istituzionali Save the Children, Attilio Rossato, presidente Acli Lombardia.

 

L’Alleanza lombarda dal ‪12 febbraio scorso unisce 18 realtà, tra associazioni, sindacati ed enti locali, impegnate sul fronte dell’inclusione sociale: Acli Lombardia, Actionaid, Aggiornamenti Sociali, Anci Lombardia, AC. Azione Cattolica Italiana – Delegazione Lombardia, Delegazione Caritas Regione Lombardia, Cgil Cisl e Uil Lombardia, Cnca Lombardia, Confcooperative – Federsolidarietà Lombardia, Federazione Regionale Lombarda della Società di San Vincenzo De Paoli, fio.PSD – Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus, Forum del Terzo Settore Lombardia, Lega Autonomie Lombardia, Save the Children, Umanità Nuova-Movimento dei Focolari.

A maggio hanno aderito anche Felceaf (Federazione lombarda centri di assistenza alla famiglia) e Banco farmaceutico

L’Inps Lombardia è invitato permanente al tavolo dell’Alleanza regionale.