È ora di fare il 730!

in News

Il prossimo 11 aprile, in oltre 700 sedi in Lombardia, il CAAF CGIL inizia la campagna fiscale 2022, con il servizio di presentazione della dichiarazione dei redditi modello 730 e della pratica IMU.

Di fatto l’emergenza da Covid 19 non è ancora conclusa per cui abbiamo organizzato la nostra attività nel rigoroso rispetto delle regole sul distanziamento fisico, al fine di garantire sicurezza ai nostri operatori e a tutti i nostri utenti.

Da un paio d’anni il CAAF, per agevolare i propri utenti nella presentazione del modello modello 730 con modalità “agile”, ha introdotto la possibilità di utilizzare l’App DigitaCGIL per richiedere la pratica 730 trasmettendo i propri documenti nel proprio cassetto personale dell’app, comodamente da casa. Sempre con Digita l’utente potrà fare la richiesta di una pratica e scaricare le pratiche elaborate oltre a prenotare i servizi. Potrete trovare tutte le informazioni per attivare l’app nel nostro sito internet www.assistenzafiscale.info.

A partire dal 23 maggio, l’Agenzia delle Entrate, metterà a disposizione dei contribuenti il modello 730 precompilato che, in gran parte dei casi, non contiene tutti i dati e tutte le spese che consentono di recuperare l’eventuale credito d’imposta spettante per cui per beneficiare appieno delle agevolazioni spettanti sarà necessario modificarlo o integrarlo.

Per questa ragione, per essere più tranquilli e garantiti, vi invitiamo a presentare il Modello 730 attraverso il CAAF CGIL Lombardia che assiste il contribuente con professionalità e competenza anche nella fase successiva degli eventuali controlli/contenziosi da parte dell’Agenzia delle entrate, garantendo la copertura assicurativa su tutte le pratiche elaborate.

Ricordiamo che fare il mod. 730/2022 è importante perché consente di beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente come per esempio della detrazione Irpef spettante nella misura del 19% per determinate spese (a titolo esemplificativo: spese sanitarie, spese d’istruzione, spese per addetti ai servizi alla persona (badante), interessi passivi per mutui…) per le quali dal 2020 è necessario fornire anche la prova del pagamento effettuato con modalità tracciabili (bonifico bancario o postale, bollettino postale, MAV, bancomat o carta di credito, ecc…).

Il contribuente può inoltre beneficiare nel modello 730 di deduzioni dal reddito complessivo per oneri quali i contributi alle forme di previdenza complementare e le spese di assistenza specifica per persone con disabilità, i contributi previdenziali, versati per colf e badanti, ecc…, della detrazione per bonus edilizi, di alcuni crediti d’imposta e altro ancora.

Nel 730 si effettua anche la detrazione Irpef del 110% per le spese sostenute nel 2021 per interventi di riqualificazione energetica e antisismici, cosiddetti Superbonus, e degli interventi da questi trainati come l’ installazione di impianti solari fotovoltaici e di colonnine di ricarica dei veicoli elettrici.

Si precisa che la detrazione del 110%, come pure la detrazione dei bonus edilizi diversi dal superbonus, spettano nel modello 730 a condizione che il contribuente non abbia optato per lo sconto in fattura o la cessione del credito in misura pari all’intera detrazione spettante.

I lavoratori che nel corso del 2021 hanno usufruito di Cassa Integrazione Covid, ricevendo i pagamenti direttamente dall’Inps, quest’anno hanno l’obbligo di presentare il Mod 730; l’Inps emetterà una certificazione Unica che non verrà spedita al lavoratore ma sarà scaricabile dal sito Inps direttamente dal CAAF in sede di presentazione della dichiarazione.

Il termine per la presentazione del modello 730 è fissato al 30 settembre 2022.
Invitiamo tutti gli utenti che devono prendere appuntamento o richiedere informazioni ad utilizzare in via prioritaria il telefono contattando il numero verde gratuito 800.990.730 oppure è sempre possibile anche attraverso il sito www.assistenzafiscale.info