Edilizia: il 7 novembre sciopero per la vita

in UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

I cantieri di tutta Italia si fermeranno per un’ora per dire #BastaMortiSulLavoro

FILLEA CGIL Lombardia

Il 7 novembre sarà sciopero nazionale per il settore dell’edilizia: i cantieri di tutta Italia si fermeranno per un’ora per dire #BastaMortiSulLavoro. Una mobilitazione che sarà preceduta da settimane di assemblee, convegni e iniziative di sensibilizzazione su un tema che grida attenzione: quello della sicurezza sul lavoro. È infatti tragico il bilancio provvisorio del 2016, che già a ottobre vede un incremento delle morti bianche di oltre il 27% rispetto al 2015. Un panorama aggravato dal dato sconcertante sull’età media delle vittime, con i morti over 60 che raddoppiano rispetto allo scorso anno. Noi chiediamo che si agisca subito, rafforzando controlli e sanzioni, contrastando il lavoro nero, utilizzando strumenti normativi che già esistono o esistevano (come il Durc, come il DLgs 81/2008), e introducendone di nuovi, come la “patente a punti” per le imprese edili. E chiediamo che nell’APE agevolato rientrino anche gli operai edili con pensioni sotto i 1300/1400 euro netti. Occorre facilitare l’accesso alle pensioni, perché è anche di questo che si muore: a 67 anni non si può più stare sulle impalcature.