Ammortizzatori sociali per lavoratrici e lavoratori – COVID 19

Sei una lavoratrice o un lavoratore?

Le misure di contenimento dell’emergenza disposte già a partire dal 23 febbraio da Regioni e Governo hanno prodotto una progressiva sospensione dal lavoro per molte attività.

Le sospensioni dal lavoro sono aumentate continuamente e per questo sono stati introdotti strumenti specifici per i lavoratori dipendenti del settore privato e per i lavoratori autonomi o parasubordinati.

Nel primo caso – i lavoratori dipendenti – la sospensione o la riduzione dell’attività lavorativa può essere coperta dal datore di lavoro ricorrendo agli ammortizzatori sociali (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria e Fondo Integrazione Salariale) e rifinanziato uno strumento per chi non può accedere ai primi, cioè la Cassa Integrazione Guadagni in Deroga, che viene gestita dalle Regioni e per cui in Lombardia è stato raggiunto un nuovo accordo sindacale il 23 di marzo.

Nel secondo caso – i lavoratori autonomi e parasubordinati – la misura prevista consiste in un trasferimento una tantum che viene pagato direttamente dall’INPS.

La CGIL, in tutto questo, non si è fermata.

Cliccando su www.digitacgil.it potrai trovare qualcuno che risponderà a tutte le tue domande su congedi, ammortizzatori sociali, legge 104, bonus lavoratori autonomi e scadenze fiscali, oltre alle problematiche coi datori di lavoro.