Panificatori: sciopero e presidio regionale a Milano davanti alla “Casa del Pane”

in UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

In piazza per il rinnovo del contratto

Milano – Sciopero con presidio davanti alla “Casa del Pane”, il museo di porta Venezia sede dell’Unione Panificatori dei dipendenti dei panifici artigianali e industriali. L’agitazione è stata proclamata da Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil per protestare contro il mancato rinnovo del contratto, scaduto da 21 mesi, che interessa a livello nazionale. “Dopo ventuno mesi di vacanza contrattuale – spiegano le organizzazioni sindacali –  è stato indetto un pacchetto di 8 ore di sciopero e una campagna di mobilitazione e informazione straordinaria, al fine di sbloccare la fase di stallo delle trattative e arrivare quanto prima ad un rinnovo del contratto che possa migliorare le condizioni di lavoro dei circa 80.000 lavoratori e lavoratrici del settore”. Al presidio hanno partecipato i lavoratori del settore, in modo particolare delle realtà industriali, già particolarmente colpiti dalla crisi. Tra i quali i lavoratrici della Nuova Panem di Muggiò (gruppo Novelli), che da mesi soffrono la mancanza di chiare prospettive industriali. – (fonte: imprese-lavoro.com)