Normativa

Legge 10 dicembre 2014, n. 183 Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell’attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro. 

 

Pubblicazioni

 

 

La Legge, i decreti attuativi e le circolari 

 

DECRETO LEGISLATIVO  14 settembre 2015 n. 151 RAZIONALIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE ADEMPIMENTI IN MATERIA DI RAPPORTI DI LAVORO E PARI OPPORTUNITA’

• Testo Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151 “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge IO dicembre 2014, n. 183”.

• SLIDE e ARTICOLATO inerenti a due temi specifici su nuova vertenzialità e in particolare il demansionamento e i controlli a distanza, normati rispettivamente dal DL 81 del 15/6/2015 “Disciplina organica dei contratti di lavoro” e dal DL 151 del 14/9/2015 “Razionalizzazione e semplificazione delle procedure e pari opportunità”, che sono stati illustrati nel Coordinamento del MdL e FRS del 25 ottobre 2015 da Emilia Naldi Coordinatrice degli Uffici Vertenze e Procedure Concorsuali CGIL Lombardia.

• SLIDE D.Lgs. n. 151/2015 “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità” (a cura di Martina Dini Dip. Mercato del Lavoro  CGIL Lombardia)

 

DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015 n. 150 RIORDINO NORMATIVA IN MATERIA DI SERVIZI PER IL LAVORO E DI POLITICHE ATTIVE

 Testo Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 recante “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 10 dicembre 2014, n. 183”

• CIRCOLARI INPS: NASpI durata. (nel file sono contenuti collegamenti ipertestuali: premendo “Ctrl click”, si può accedere direttamente all’atto e all’eventuale allegato)

SLIDE “Dlgs 150/2015 del 14/9/2015 Servizi al lavoro e politiche attive” presentate al Coordinamento del Mercato del lavoro del 26/01/2016 (a cura di Martina Dini e Daniele Gazzoli Dip. Mercato del Lavoro CGIL Lombardia)

 

DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015 n. 149 RAZIONALIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE ATTIVITA’ ISPETTIVA IN MATERIA DI LAVORO

• Testo Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 149 recante “Disposizioni per la razionalizzazione e la semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”.

• SLIDE D.Lgs. n. 149/2015 “Disposizioni per la razionalizzazione e la semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale” (a cura di Martina Dini Dip. Mercato del Lavoro  CGIL Lombardia)

DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015 n. 148  RIORDINO NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA IN COSTANZA DI RAPPORTO DI LAVORO 

• Testo Decreto legislativo 14 settembre 2015 n. 148 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in deroga in costanza di rapporto di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”.

• SLIDE Decreto legislativo n. 148 del 14/9/2015 “Riordino della normativa in materia di Ammortizzatori Sociali in costanza di rapporto di lavoro” (a cura di Annalisa Radice Dip. Mercato del Lavoro  CGIL Lombardia) argomento approfondito nel Coordinamento del Mercato del Lavoro e FRS del 27 ottobre 2015, e la Circolare del Ministero del lavoro n. 24 del 5/10/2015 che entra più nel merito della Cigs. Diamo indicazione di diffondere il più capillarmente possibile la conoscenza di questo decreto al fine di costruire la consapevolezza degli spazi negoziali e delle nuove norme che modificano notevolmente le precedenti in tema di ammortizzatori.

Nota del Ministero del lavoro (n. 4831 del 1/3/2016) con la quale si precisano alcuni punti relativi al raccordo tra la disciplina degli ammortizzatori sociali in deroga e il Fondo d’integrazione salariale

Nota di sintesi CGIL nazionale del 24 febbraio 2016: quali ammortizzatori sociali in situazione di costanza di rapporto di lavoro. I provvedimenti di legge di riferimento sono sia il D.lgs. n. 148 del 14 settembre 2015 che la Legge 208 del 28 dicembre 2015

CIGS Circolare Ministero del Lavoro e Politiche Sociali n.1 del 22/01/2016: chiarimenti in merito alla fruizione del trattamento CIGS da parte di lavoratori dipendenti da imprese soggette a procedura concorsuale intervenuta in costanza di trattamento già richiesto per le causali previste dalla previgente normativa, nonché dall’articolo 21 del vigente decreto legislativo n. 148/2015.

CIGO INPS Circolare n. 7 del 20/01/2016 Competenza concessoria delle Strutture territoriali dell’INPS.

CIGO INPS Circolare n. 197 del 2.12.2015 – nozione di unità produttiva – domande di cassa integrazione guadagni ordinaria – istruzioni procedurali.

•  Circolari INPS e MLePS;NASpI durata, DL 148/15 CIGO, CIGS, Indennità di disoccupazione ASpI per i lavoratori sospesi da L.92/12, CIGS precisazioni, Call center.     (nel file sono contenuti collegamenti ipertestuali:  Premendo “Ctrl click”, si può accedere direttamente all’atto e all’eventuale allegato)

• Operatività del FONDO DI SOLIDARIETÀ BILATERALE e di INTEGRAZIONE SALARIALE:

Circolare Inps n. 48 del 14 marzo 2016, con cui si comunica la misura, in vigore dall’ 1 Gennaio 2016, degli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito Cooperativo, della mobilità, dei trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, e della misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

Nota del Ministero del Lavoro del 18/02/2016 in cui si precisa che le aziende rientranti nel campo di applicazione della normativa relativa al Fondo di integrazione salariale, o dei Fondi di solidarietà bilaterali alternativi, possono scegliere di accedere alle prestazioni previste dai suddetti Fondi o al contributo di solidarietà, nei limiti temporali e finanziari previsti dalla normativa relativa ai contratti di solidarietà.

INPS Circolare n.30 del 12/02/2016 nella quale si illustrano le principali novità introdotte dal D.Lgs. n. 148/2015 in materia di fondi di solidarietà bilaterali

MLePS Prot. N. 40/3223 del 11.02.2016 Raccordo disciplina ammortizzatori sociali in deroga e istituzione del Fondo di Integrazione Salariale

INPS Circolare n.22 del 4/02/2016 Operatività del Fondo e modalità di presentazione delle domande di accesso alle prestazioni garantite dal Fondo.

CGIL, operatività del Fondi di Integrazione Salariale (20 gennaio 2016)

Nota  Operatività del Fondo di integrazione salariale nelle more della definizione della procedura amministrativa di adozione del Decretointerministeriale relativo al FIS

Nota MLePS del 18/01/2016 Operatività del Fondo di integrazione salariale

Nota MLePS dell’11/01/2016 Contratti solidarietà di tipo B

Messaggio INPS 7637 del 28/12/2015 – D.I. 79141/2014

Circ. MLePS n.32 del 22-12-2015 Contribuzione ordinaria Fondi di Solidarietà L.92/2012

Circ. INPS n.122  del 17-06-2015 Modalità di presentazione della domanda di assegno ordinario e di formazione.

DECRETO DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81 DISCIPLINA ORGANICA DEI CONTRATTI DI LAVORO E REVISIONE DELLA NORMATIVA IN TEMA DI MANSIONI, a norma dell’articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183  

• Testo Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n.81 Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell’articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

• Slide Articolato inerenti a due temi specifici su nuova vertenzialità e in particolare il demansionamento e i controlli a distanza, normati rispettivamente dal DL 81 del 15/6/2015 “Disciplina organica dei contratti di lavoro” e dal DL 151 del 14/9/2015 “Razionalizzazione e semplificazione delle procedure e pari opportunità”, che sono stati illustrati nel Coordinamento del MdL e FRS del 25 ottobre 2015 da Emilia Naldi Coordinatrice degli Uffici Vertenze e Procedure Concorsuali CGIL Lombardia.

MLePS Circolare n. 3 dell’ 1/02/16 Co.co.co.: indicazioni operative per il personale ispettivo. Nello specifico, la circolare precisa i termini del confine tra coordinamento ed etero-organizzazione. La trasformazione del contratto in rapporto di lavoro subordinato avviene a seguito dell’obbligo, da parte del collaboratore, di rispettare un orario di lavoro e di svolgere la propria attività all’interno delle strutture dell’azienda

 CIRCOLARI INPS  Voucher chiarimenti  (nel file sono contenuti collegamenti ipertestuali: premendo “Ctrl click”, si può accedere direttamente all’atto e all’eventuale allegato)

 

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 MISURE PER LA CONCILIAZIONE DELLE ESIGENZE DI CURA, DI VITA E DI LAVORO, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

•  Testo Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 80 MISURE PER LA CONCILIAZIONE DELLE ESIGENZE DI CURA, DI VITA E DI LAVORO, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

 SLIDE D.Lgs. n. 80/2015 “Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro” (a cura di Martina Dini Dip. Mercato del Lavoro  CGIL Lombardia)

SCHEDA di approfondimento D.Lgs. 80/2015 Cosa cambia sulla conciliazione famiglia-lavoro (a cura di Martina Dini Dip. Mercato del Lavoro  CGIL Lombardia)

• Circolari INPS Congedo parentale, Congedo parentale chiarimenti (nel file sono contenuti collegamenti ipertestuali: premendo “Ctrl click”, si può accedere direttamente all’atto e all’eventuale allegato)

 

DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015 n. 23 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI

• Testo DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 – Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

 

DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015 n. 22 RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA

• circolare Inps n. 47 del 3 Marzo 2016 relativa all’assegno di disoccupazione – ASDI

Nota del Ministero del Lavoro del 12 febbraio 2016 NASpI e risoluzione consensuale del rapporto di lavoro di cui all’articolo 410 cpc. Chiarimenti in merito alla possibilità di riconoscimento dell’indennità NASpI

• Chiarimenti in merito alla possibilità di riconoscimento dell’indennità NASpI – Nota del 12/02/2016

Messaggio INPS n. 494 del 4/2/2016, con il quale si forniscono alcune precisazioni relative alla compatibilità e cumulabilità del lavoro accessorio con indennità di disoccupazione NASpI.    Nello specifico, considerato che il lavoro accessorio è compatibile con le prestazioni integrative del salario o del sostegno al reddito fino al limite di 3.000 euro, si è affermato che, nonostante i lavoratori interessati siano destinatari del trattamento di NASpI, questi ultimi non sono tenuti a comunicare all’Inps in via preventiva il compenso derivante dal lavoro accessorio, a meno che non si superi il suddetto limite. Pertanto, l’obbligo di attenersi all’ordinaria perdura vi è solo in caso di superamento del limite previsto.

• Circolari INPS  DisCOLL, NASpI, NASpI chiarimenti

• ASDI Assegno di Disoccupazione:  Nota CGIL su Decreto che disciplina l’attuazione dell’ASDI 20/01/2016  /  Nota MLePS ASDI “Online la nuova sezione rivolta ai Centri per l’Impiego. Chiarimenti” /  Decreto del 29 ottobre 2015  /  Nota operativa del MLePS n.6704 del 29. 12. 2015

• Note Inca-Cgil del 14/1/2015 e del 21/1/2015 su Schema di Decreto Ammortizzatori sociali

 

Articoli, approfondimenti

Primo commento Wikilabour sulla modifica all’art. 4 (IMPIANTI AUDIOVISIVI) dello Statuto dei lavoratori sul CONTROLLO A DISTANZA di lavoratori e lavoratrici contenuto nello Schema di decreto legislativo inviato dal Governo alla Camera ( atto n. 176)”

Focus Jobs Act: le pagine di Rassegna.it

Jobs Act – Nuovi ammortizzatori sociali, ecco chi ci perde. Con la Naspi, lavoratori penalizzati. In caso di licenziamento, sarebbero tutelati per un periodo più breve, con prestazioni minori e contribuzioni figurative più contenute di Michele Raitano, Eticaeconomia.it (25 marzo 2015)

Guida ragionata al Jobs Act. I vecchi assunti: e se si cambia lavoro? La nuova disciplina dei licenziamenti. Tutele dimezzate per i vizi procedurali. Sanzioni infiacchite per i datori. Il calcolo dell’indennizzo. di F.Scarpelliwww.rassegna.it

Jobs Act. La ferita alla democrazia inferta dal Jobs Act  di Annalisa Radice, 16/02/2015 (dip.Mercato del Lavoro)

Lineamenti del lavoro italiano comparato con altri Paesi. Una ricerca sulle presunte rigidità del MdL. di Roberto Romano (uff.Studi)

Jobs Act e i primi decreti attuativi. Slide presentate al Coordinamento Regionale del MdL e FRS del 26/1/2015

Contratto a tutele crescenti, il “nuovo” rapporto precario. La nuova disciplina sposta gli equilibri del conflitto di interessi a favore delle imprese. Il sindacato deve reagire puntando sulla contrattazione, spingendo le aziende a investire su qualità e stabilità del lavoro. (di F. SCARPELLI, febbraio 2015)

“Due o tre cose sull’Articolo 18” di Leo Ceglia, 13/10/2014 (dip. Contrattazione CGIL Lombardia)