Contratto Legno Industria: Otto ore di sciopero per turno. I presìdi in Lombardia

in UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

Comotti: “La straordinaria riuscita dello sciopero di oggi dei Lavoratori del legno industria, indica alle imprese che bisogna avere rispetto dei propri dipendenti”

 

Le fabbriche si fermano

Venerdì 28 Ottobre p.v. le Lavoratrici e i Lavoratori del comparto Legno industria fermeranno le fabbriche nell’intero paese con 8 ore di sciopero per turno. Questa protesta e’ contro le posizioni ostili e avverse che Federlegno ha esplicitato durante le trattative per il rinnovo del CCNL.

Dopo 12 mesi dall’invio della piattaforma, 9 mesi di trattativa, 11 incontri e dopo 7 mesi dalla scadenza del precedente Ccnl; non è possibile porre condizioni capestro per rinnovare il CCNL.

La richiesta di 140 annue ore di flessibilità lavorando il sabato e la domenica ( oltre alle 250 ore di straordinario a disposizione), la richiesta di poter far funzionare le fabbriche con il 65% di lavoratori precari, lo svuotamento della contrattazione aziendale, la richiesta di non definire nessuna cifra di aumento salariale ma solo di definire il principio degli riallineamenti annuali di eventuali futuri aumenti; narrano la non volontà di sottoscrivere il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro .

Bisogna aver rispetto dei propri dipendenti.

Il coniugare le ragioni del lavoro con quelle del mercato è possibile partendo dal presupposto che le parti si confrontano in modo paritario, non dal presupposto che un soggetto decide e l’altro esegue.

Le Lavoratrici e i Lavoratori fuori dalle fabbriche hanno una vita privata, devono educare e cresce i figli, pagare i mutui, le bollette, le imposte e badare ai genitori. Con le condizioni poste da Federlegno, queste cose saranno impossibili.

La gestione dei picchi e dei flessi di produzione la si definisce a livello di fabbrica, il consolidamento occupazionale ( che determina la lotta alla precarizzazione sociale e lavorativa) lo si discute in azienda. Il rinnovo del contratto nazionale deve prevedere gli aumenti salariali, altrimenti esso costituisce un ossimoro sindacale che non saremmo mai in grado di condividere.

I presìdi territoriali presso cui confluiranno le Lavoratrici e i Lavoratori delle fabbriche del legno, sono i seguenti:

Territorio di Bergamo:

  • Novem Car spa: presidio portineria centrale dalle ore 5.30 alle ore 9.00 in via delle Groane n. 10 a Bagnatica,

Territorio di Brescia e Val Camonica

  • Gruppo Lorandi spa: presidio portineria in via A. Vespucci n. 7/9 a Nuvolera dalle ore 5.30 alle ore 12.00. Comizio tenuto a nome unitario dalla Segreteria nazionale Fillea

Territorio Monza-Brianza

  • Cassina spa: presidio portineria di Via L. Busnelli a Meda dalle ore 7.00 alle ore 10.00
  • Minotti spa: presidio portineria di Via indipendenza 152 Meda dalle ore 7.00 alle ore 10.00

Dalle ore 10.00 alle ore 12.00 comizio in piazza Resistenza a Meda tenuto a nome unitario dalla Segreteria nazionale Filca

Territori di Milano, Ticino Olona e Lodi

  • Boffi spa: presidio portineria di Via Guglielmo Oberdan, 70 Lentate sul Seveso dalle ore 7.00 alle ore 9.30

Dalle ore 10.00 alle ore 12.00 comizio in piazza Resistenza a Meda tenuto a nome unitario dalla Segreteria nazionale Filca

Territorio di Como

  • Volantinaggio in alcune aziende più significative davanti alle portinerie centrali di tre fabbriche del territorio dalle ore 7.00 alle ore 9.00

Territorio di Lecco e Sondrio

  • Citterio spa (gruppo Molteni): presidio portineria in via Don Giuseppe Brambilla 16/18 a Sirone dalle ore 6.30 alle ore 9.30. Comizio tenuto a nome unitario dalla Segreteria regionale Filca.

Territorio di Mantova e Cremona

  • Saviola Holding: presidio portineria di Viale Lombardia n. 29 a Viadana dalle ore 8.00 alle ore 12.00. Comizio tenuto a nome unitario dalla Segreteria regionale Feneal.

Territorio di Pavia

  • Gruppo Mauro Saviola s.r.l.: presidio portineria di Via L. Da Vinci n. 8 a Mortara dalle ore 05.30 alle ore 12.00. Comizio tenuto a nome unitario dalla Segreteria regionale Fillea.

 

Davanti alle portinerie delle fabbriche dove si svolgeranno i presìdi alle ore 9.30 sono convocate le conferenze stampa per illustrare le ragioni dello sciopero, l’andamento e l’esito dello stesso.

Milano 25 Ottobre  2016

Per le Segreterie Regionali della Lombardia

Feneal Uil                                          Filca Cisl                          Fillea Cgil

Giuseppe Mancin                          Armando Busnelli                Ivan Comotti

Tag: