Contratti e contrattazione

in UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

Da “il Mattinale”

Giornate intense prima della pausa estiva sul fronte dei contratti e della riforma della contrattazione in generale. Visti i molti accordi di questi giorni e vista anche la rilevanza politica del lavoro che Cgil, Cisl, Uil stanno facendo con le controparti imprenditoriali per arrivare finalmente al traguardo delle nuove relazioni industriali.

 

STIAMO COSTRUENDO LE NUOVE RELAZIONI INDUSTRIALI. PARLA FRANCO MARTINI (CGIL)

E’ il segretario confederale Franco Martini a commentare sul sito di Rassegna Sindacale gli accordi su rappresentanza e relazioni industriali con una intervista a cura di Maurizio Minnucci: “Quello con Confapi è il primo accordo per una serie di trattative che abbiamo avviato. Non è vero quindi, come qualcuno sostiene, che il confronto è fermo – dice Martini – Stiamo raccogliendo ampie disponibilità. Ed è anche la dimostrazione che la proposta unitaria dei sindacati sa costruire convergenze, smentendo l’idea secondo cui l’indisponibilità della Confindustria, in particolare Federmeccanica, segnerebbe la negatività della proposta sindacale bollata come vecchia”. Sono infatti cinque i tavoli aperti su questo tema. Gli altri stanno procedendo con Confprofessioni, Confcommercio (c’è un incontro giovedì mattina), artigiani e cooperazione (in questo caso se ne riparlerà a settembre). “Con le piccole e medie imprese – osserva Martini – c’è stata la prima firma, ma siamo impegnati nella conclusione anche con le altre associazioni”.

 

COOPERATIVE E SINDACATI SIGLANO L’ACCORDO SU DETASSAZIONE E APPRENDISTATO

[…] L’accordo con le cooperative segue quello con la Confapi, che riunisce le piccole e medie imprese, che come è noto costituiscono la maggior parte delle aziende italiane. Si tratta quindi di due accordi molto importanti e strategici per lo sviluppo di relazioni industriali all’altezza delle trasformazioni in corso. I due accordi sono disponibili al link: http://cloud.cgil.it/owncloud/index.php/s/t7HWr0RLCEm8ywR

 

CHIMICA, CONCIA E PLASTICA. RAGGIUNTA L’INTESA SUL CONTRATTO

Nella tarda serata di martedì, 26 luglio, tra Unionchimica-Confapi e i sindacati del settore Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, è stata raggiunta l’intesa a Roma per l’ipotesi di accordo sul rinnovo del contratto 2016-2018 delle piccole e medie imprese dei settori accorpati chimica, concia, plastica e gomma, abrasivi, ceramica e vetro (oltre 55.000 i lavoratori interessati dipendenti da circa 3800 piccole e medie imprese), scaduto il 31 dicembre 2015. L’intesa verrà ratificata il 3 agosto dai presidenti di Unionchimica e di Confapi.

 

ACCORDO ANCHE PER IL SETTORE DEL VETRO E DELLE LAMPADE

Nella tarda serata di ieri, tra Assovetro-Confindustria e i sindacati del settore Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, è stata siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 1 settembre 2016 – 31 dicembre 2019 del settore delle industrie del vetro, lampade, display (oltre 27.000 addetti, impiegati in più di 1400 imprese), in scadenza proprio al 31 agosto 2016.

 

28 luglio 2016