CGIL Lombardia
Via Palmanova 22 – 20132 Milano
Telefono 39 02 262541 – e-mail:
cgil_lombardia@cgil.lombardia.it 

Ufficio di Segreteria Generale
e-mail : tiziana.tempesta@cgil.lombardia.it

Ufficio Stampa e Comunicazione
e-mail: cristina.pecchioli@cgil.lombardia.it
e-mail: angela.amarante@cgil.lombardia.it

Per comunicare con la redazione
e-mail: giornale@cgil.lombardia.it

 

Ufficio Informatica
e-mail: cristina.ferrara@cgil.lombardia.it

Dipartimento Politiche Organizzative
e-mail: antonella.schieppati@cgil.lombardia.it

Dipartimento Politiche Europee
e-mail fabio.ghelfi@cgil.lombardia.it

Dipartimento Mercato del Lavoro e Formazione
e-mail cristina.castegnaro@cgil.lombardia.it

Dipartimento Artigianato
e-mail tiziana.tempesta@cgil.lombardia.it

Dipartimento Politiche contrattuali
e-mail mirella.fazio@cgil.lombardia.it

Dipartimento Politiche sociali
e-mail mirella.fazio@cgil.lombardia.it

Osservatorio Contrattazione Territoriale
e-mail cristina.castegnaro@cgil.lombardia.it

Dipartimento Formazione
ermanno.porro@cgil.lombardia.it

Ufficio Legalità
enzo.moriello@cgil.lombardia.it

gli Stati Generali della CGIL Lombardia

 

IX Edizione, 28/29/30 novembre 2017, Brescia, Villa Fenaroli e Camera di Commercio

INTEGRARE, INNOVARE, SPERIMENTARE. PROGETTI AL LAVORO PER TUTELARE DI PIU’

 

 

VIII Edizione, 14/15/16 dicembre 2016, Como Villa Olmo
IL LAVORO CAMBIA – I DIRITTI SI RINNOVANO. Il ruolo e i valori della Carta dei Diritti Universali

 

 

VII Edizione – 21/22/23 ottobre 2015, Cremona
CONTRATTARE, TUTELARE, INSEDIARE. LE TRE SFIDE DEL PROSSIMO FUTURO.  Idee, buone pratiche e decisioni da assumere

 

 

VI edizione  16 ottobre 2014, Cosenza

NORD E SUD INSIEME VERSO…..IL 25 OTTOBRE

Dalla Lombardia al Sud per riunificare il mondo del lavoro, per costruire una proposta della CGIL che metta al centro il lavoro, l’uguaglianza, la coesione sociale e uno sviluppo equilibrato e più giusto in ogni parte del Paese.

 

 

V edizione 21,22 e 23 ottobre 2013, Cervia (RA)

EUROPA, SVILUPPO, CITTADINANZA E SINDACATO

Il trattato di Lisbona e la legislazione europea: una strategia per uscire dalla crisi?. Europa economica ed Europa sociale: quali politiche per la crescita. Esperienze e strategie del sindacalismo europeo – il destino dell’Unione europea, il futuro dei cittadini europei.

 

 

IV edizione 17,18,19 ottobre 2012, Pollenzo (To)

ECONOMIA, MAFIE, CONTRATTAZIONE, LEGALITÀ

Riascolta e rivedi gli interventi sulla WebTv della CGIL Lombardia

 

 

III edizione   5 – 6- 7 ottobre 2011,  Montegrotto Terme (Pd)

DECLINARE IL FEDERALISMO, COSTRUIRE LA COESIONE SOCIALE NELLA CRISI GLOBALE: ISTITUZIONI, POLITICHE DI SVILUPPO, WELFARE, FISCO

 

 

II edizione  6 – 7 – 8 ottobre 2010, Impruneta (FI)

LE POLITICHE CONTRATTATTUALI

  • Le testimonianze di tre protagonisti
  • Vizi e virtù del CCNL tra accordo separato e rinnovi nella stagione 2009/2010
  • Contrattazione di secondo livello, contrattazione sociale territoriale e bilateralità: marginalità o estensione?
  • Contrattazione e diritti
  • Oltre l’Accordo separato?

 

 

I edizione 26, 27 e 28 Maggio 2009,  Arenzano

SULLE POLITICHE E I RAPPORTI CON LA REGIONE LOMBARDIA

  • “Scenario di contesto: impatto della crisi, politica economica e proposte della CGIL”
  • “Welfare in salsa lombarda”
  • “Retrospettiva critica e autocritica di sette anni di rapporti con la Regione”
  • “Federalismo e ruolo delle parti sociali”
  • “Mercato del lavoro, formazione e bilateralità”
  • “Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro dopo le modifiche peggiorative introdotte dal Governo”
  • “Trasporti, infrastrutture, territorio e Expo 2015”
  • “Da qui in poi: rapporti con Cisl e Uil, politiche e relazioni con la Regione, prospettive di lavoro”

La sede della CGIL Lombardia è in Via Palmanova 22 – 20132 Milano – Telefono 39 02 262541  email: cgil_lombardia@cgil.lombardia.it

La segreteria della CGIL Lombardia

 

 

 

 

 

 

 

 

Elena Lattuada, segretario generale

Marco Di Girolamo, delega alle politiche organizzative e politica degli appalti

Massimo Balzarini, delega ai settori industriali, reti, energia, terziario ed ex municipalizzate

Valentina Cappelletti, delega alle politiche sanitarie e socio-sanitarie, previdenza e fisco

Daniele Gazzoli, delega al mercato del lavoro e alla formazione

Marinella Magnoni, delega alle politiche dell’inclusione sociale, territoriali e delle infrastrutture

Massimo Bonini

Silvia Spera

 

 

 

BIO

Elena Lattuada, segretario generale

Eletta dal comitato direttivo regionale il 24 giugno 2014 alla presenza del segretario generale Susanna Camusso.  Succede a Nino Baseotto, eletto il 23 giugno 2014 nella segreteria nazionale Cgil.
Quello di Elena Lattuada è un ritorno nella sua struttura di provenienza, che aveva già diretto come componente della segreteria regionale fino al 2012, quando è stata chiamata a Roma, a far parte del massimo organismo esecutivo della Confederazione guidata da Susanna Camusso. La sua candidatura, dopo la positiva esperienza nazionale, è dunque una soluzione naturale nella successione a Nino Baseotto, che ha diretto la CGIL Lombardia dal 2008 fino ad oggi, proprio negli anni più difficili della crisi economica, e che ora è chiamato a portare la sua esperienza e le sue capacità sindacali e organizzative nella Segreteria nazionale della CGIL.
Elena Lattuada ha iniziato lavorando in un’azienda chimica, la Saint Gobain. Nel 1989 è entrata nell’apparato della Camera del lavoro Metropolitana di Milano come segretaria della Zona Romana. Dal 1991 al 1996 fa parte della segreteria della Funzione Pubblica di Milano; successivamente viene eletta segretaria della Filcams lombarda. Nel 2002 entra nella segreteria della Fiom di Milano e nel 2005 diventa segretaria generale della Fiom Brianza. Chiamata poi a far parte della segreteria regionale della CGIL Lombardia nel novembre 2008, si occupa delle tematiche del welfare.
Nel 2012 viene eletta nella segreteria confederale nazionale della CGIL con l’incarico di seguire le politiche industriali, la contrattazione e le politiche per l’occupazione giovanile, incarico che ricopre fino ad oggi, e che lascia per assumere il ruolo prestigioso di Segretaria generale della CGIL Lombardia, la seconda donna nella storia di questa struttura dopo Susanna Camusso, con la quale ha condiviso, oltre a tante vicende sindacali, anche un’esperienza intensa nel movimento femminista.
Militante del PCI fino al suo scioglimento, Elena Lattuada è stata tra le protagoniste e organizzatrici delle grandi manifestazioni di donne che hanno caratterizzato la storia dell’ultimo decennio.
Nel suo discorso prima del voto Elena Lattuada ha affrontato i tanti temi al centro della iniziativa futura della CGIL Lombardia che è chiamata a dirigere. Tra gli altri l’iniziativa in difesa dell’occupazione, l’unità sindacale, i rapporti con la Regione. Tutto nel segno del rinnovamento nella continuità con la passata esperienza della direzione della struttura regionale lombarda da parte di una “Segreteria uscente dal Congresso, che ha lavorato bene e che ha visto un riconoscimento anche nel Congresso Regionale”, ha detto, sottolineando anche come intenda “Valorizzare le competenze e le capacità, rafforzare la presenza di genere nei luoghi di massima direzione, favorire e facilitare il salto generazionale nei gruppi dirigenti” che, ha concluso, “sono le priorità che intendo seguire”.

Massimo Balzarini è nato nel 1966 a Cremona. Dopo gli studi scientifici e la Laurea in Fisica, inizia a lavorare dal 1996 in AGIP, poi ENI S.p.A., nella direzione salute e sicurezza. Entra a far parte della RSU assumendo poi il ruolo di RLS. Dal 2000 collabora con il sistema formativo Filcea come formatore senior sia sulle tematiche sindacali che sul fronte della sicurezza sul lavoro.
Dal 2004 viene eletto nella segreteria Filcea, poi nella Filcem. Dal 2010 è componente della segreteria Filctem, nella quale viene riconfermato dopo il recente congresso. Negli incarichi di segreteria, ha assunto ruoli di gestione politica dei settori manifatturiero, gomma plastica, vetro piastrelle, energia, produzione elettrica e gas-acqua. Ha coordinato le politiche di salute, sicurezza e ambiente per Filctem Lombardia con continuità dal 2005.   Il 25 giugno 2014 entra nella segreteria della CGIL Lombardia.

Valentina Cappelletti e’ nata a Milano nel 1972, laureata in filosofia,  entra nella FIOM di Milano nel marzo  2000, prima come funzionaria e facendo parte della Segreteria dal 2004.
Dal 2006 al 2008 è componente la Segreteria regionale lombarda della FILCTEM, con un incarico organizzativo.
Dal 2008 al 2010 ritorna nel territorio in qualità di Segretario Generale della FILCAMS di Lecco.
A partire dal dicembre 2010 entra nella struttura della FILCTEM di Bergamo, diventandone Segretario Generale nel maggio 2012. Incarico che ricopre fino all’elezione nella segreteria della Cgil Lombardia nel settembre del 2016.

Marco Di Girolamo e’ nato a Codogno nel 1955, perito elettronico, entra nella CGIL di Milano nel 1985, dopo un’esperienza da segretario generale nella Uilm di Milano.
Il suo ingresso coincide con il suo impegno, come funzionario di una zona milanese, nella categoria degli edili, la FILLEA! categoria e struttura che lo eleggeranno segretario generale nel 2001.
Dal 2003 al 2009 e’ anche componente della segreteria nazionale della FILLEA, con un incarico all’organizzazione.
Nell’ottobre del 2009 viene eletto segretario generale della Fillea Lombardia, incarico che ha ricoperto fino alla sua elezione nella segreteria della Cgil Lombardia.

Daniele Gazzoli è nato a Edolo, in provincia di Brescia, nel 1977. Dopo aver conseguito il diploma di ragioniere e aver svolto alcuni lavori stagionali, entra nel settore tessile come magazziniere e poi come addetto alle macchine di torcitura presso la Monvania S.p.a.(1999), dove inizia anche la sua attività sindacale. Nel 2001 viene eletto nella Rappresentanza sindacale unitaria, e all’inizio del 2002 entra a far parte del comitato direttivo territoriale della Filtea. Funzionario sindacale a tempo pieno dal maggio del 2003, segue le aziende tessili e metalmeccaniche del comprensorio camuno-sebino. Al congresso del dicembre del 2005, viene eletto Segretario generale della Filtea Vallecamonica-Sebino.
Durante lo stesso congresso, viene anche eletto nel direttivo regionale e in quello nazionale della categoria dei tessili. Dal 27 novembre 2009 è Segretario generale della CGIL Vallecamonica-Sebino, ruolo nel quale viene poi confermato al XVI° congresso della CGIL e che svolge fino alla sua elezione nella segreteria regionale, della quale è il componente più giovane,il 25 giugno del 2014. Da maggio del 2010 fa parte del Comitato Direttivo nazionale della CGIL.

Marinella Magnoni e’ nata a Gallarate nel 1957, è sposata e ha un figlio.
Proviene da una famiglia di forti tradizioni comuniste, milita nel PCI fin da giovanissima, entrando anche nel 1993 nella segreteria provinciale del PDS e presentandosi, in qualità di candidata sindaco, a Solbiate e guidando come capogruppo l’attività dell’opposizione in consiglio comunale.
Iscritta alla CGIL dal 1983, diventa delegata nella scuola elementare dove insegna e dove rimarrà fino al 2000, anno in cui viene eletta nella segreteria provinciale della FLC di Varese. Resta in categoria fino al 2009, e intanto nel 2001 ne diventa segretario generale.
Dal 2004 al 2006, fa anche parte della segreteria Flc Cgil della Lombardia, mentre nel 2008 entra nella segreteria della Camera del Lavoro di Varese con responsabilità organizzative. Nel novembre del 2013 viene eletta segretario generale dello Spi Cgil di Varese, incarico che mantiene fino all’elezione nella segreteria della Cgil Lombardia nel 2016.

Massimo Bonini, 44 anni, milanese, è segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano dalla fine del 2015.Bonini inizia nel 2000 l’attività sindacale come delegato di un’azienda nel settore dei call center. Nel 2003 entra nell’apparato politico della Filcams Cgil Milano e segue le aziende del terziario nella zona di Lambrate.Nel 2009 entra a far parte della segreteria milanese e regionale della Filcams e si occupa dei settori della grande distribuzione organizzata, dell’ abbigliamento-moda, del turismo, seguendo le principali aziende del settore.
Nel corso della sua esperienza ha modo di seguire anche i temi di politiche giovanili, alte professionalità e politiche europee.Nel 2014 diventa Segretario Generale della Filcams Cgil, incarico che ricopre fino alla sua elezione a segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano.

Silvia Spera, cinquantaquattro anni, sposata con due figli, è componente della segreteria della Camera del Lavoro di Brescia dal 2011. Dipendente del Comune di Brescia in aspettativa, nel 1992 viene chiamata a ricoprire il ruolo di funzionaria sindacale in Fiom-Cgil. Segue le zone della città, del Garda, della Val Trompia, della bassa bresciana. Dal 2001 al 2003 entra a far parte della segreteria Fiom. Successivamente responsabile dell’ufficio Fallimenti e dell’ufficio Vertenze della Fiom, nel gennaio 2011 entra a far parte della segreteria della Cgil di Brescia con il ruolo di responsabile della contrattazione nazionale, articolata e decentrata delle categorie. Alla fine del 2017 viene eletta segretaria generale della Camera del Lavoro di Brescia.

 

COMITATO DIRETTIVO della CGIL

Articolo 16 dello STATUTO della CGIL (approvato al 17° CONGRESSO NAZIONALE ■ 2014)

Il Comitato Direttivo è il massimo organo deliberante della CGIL tra un Congresso e l’altro. Ad esso sono affidati i compiti di:
1) dirigere la Confederazione nell’ambito degli orientamenti decisi dal Congresso confederale;
2) impostare le iniziative di portata generale;
3) verificare il complesso dell’attività sindacale;
4) assicurare il necessario coordinamento delle strutture in cui la CGIL si articola;
5) provvedere alla convocazione ordinaria e straordinaria del Congresso confederale.
6) Sulle percentuali di riparto della canalizzazione di competenza confederale.
Al solo Comitato Direttivo della CGIL nazionale è affidato, altresì, il compito di deliberare sulle piattaforme e sugli accordi interconfederali.
Allo stesso Comitato Direttivo è altresì affidato, in via esclusiva, il compito di deliberare, in apposite sessioni:
a) sulle materie rinviate dall’art. 6 del presente Statuto e sulle normative in materia di Regolamento del personale;
b) sull’applicazione di regole amministrative in conformità al d.lgs. 460/97;
c) sulle regole relative alla vita interna, ai comportamenti dei gruppi dirigenti, al funzionamento degli organi statutari;
d) sulla definizione di strutture di rappresentanza.

 

Regolamento del Comitato Direttivo della LOMBARDIA (21 marzo 2013)

 

Le date del CD CGIL Lombardia nel 2016

  • 21 dicembre 2016 – Bilancio Preventivo 2017.
  • 30 maggio 2016 – Bilancio Consultivo 2015
  • 11 gennaio 2016 – NUOVO STATUTO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI / Comitato Direttivo Cgil Lombardia in forma seminariale. Presentazione del testo del “nuovo Statuto” a cura dell’Avv. Vittorio Angiolini, uno dei coordinatori del gruppo di giuristi che a livello nazionale ha predisposto il testo; Conclusioni di Franco Martini, Segreteria Nazionale CGIL.

 

» clicca qui per gli anni precedenti

CGIL conferenza di organizzazione 2015

CGIL conferenza di organizzazione 2015

Conferenza di Organizzazione

17 e 18 settembre 2015 Roma Auditorium Parco della Musica

CAMBIA IL LAVORO, CAMBIA LA CGIL

« La Cgil che cambia davvero» Baseotto: la nostra conferenza di organizzazione ha prodotto dei cambiamenti che diventeranno subito esecutivi. Lavoratori e pensionati eleggeranno la segreteria. Il governo vuole imbavagliarci, ma noi ci rinnoviamo per continuare a batterci per il lavoro
» Camusso: siamo sulla strada giusta
» L’intervento di ELENA LATTUADA Segretario generale CGIL Lombardia (17/09/2015)

 

La Lombardia in preparazione della Conferenza di Organizzazione

» 2 e 3 luglio 2015 Convegno di Cgil Sicilia e Cgil Lombardia
“La Conferenza d’organizzazione: due realtà si incontrano sul valore della confederalità, i compiti della bilateralità e della contrattazione inclusiva e sociale”.  LATTUADA: “Occasione importante per trovare assonanze.”

» Una fotografia dei dati: Trasparenza, Bilancio Sociale, uso delle Risorse, Tesseramento.

 

 

 

Dal 3 al 30 giugno 2015 CONFERENZE TERRITORIALI di Organizzazione

Cremona 11/06 con la presenza di Melissa Oliviero della Segreteria della CGIL Lombardia
Sondrio 12/06 con la presenza di Daniele Gazzoli della Segreteria della CGIL Lombardia
Brescia 15/06 con la presenza di Elena Lattuada Segretario Generale CGIL Lombardia
ValCamonica 16/06 con la pre Massimo Balzarini della Segreteria della CGIL Lombardia
Pavia 18 e 19/06 con la presenza di Melissa Oliviero della Segreteria della CGIL Lombardia
Lodi 19/06 con la presenza di Franco Stasi Segretario Organizzativo della CGIL Lombardia
Varese 22/06 con la presenza di Graziella Carneri della Segreteria della CGIL Lombardia
Lecco 23/06 con la presenza di Massimo Balzarini della Segreteria della CGIL Lombardia
Como 23/06 con la presenza di Franco Stasi Segretario Organizzativo della CGIL Lombardia
Bergamo 23/06 con la presenza di Nino Baseotto Segretario Organizzativo CGIL Nazionale
Ticino Olona 24/06 con la presenza di Graziella Carneri della Segreteria della CGIL Lombardia
Brianza 25/06 con la presenza di Elena Lattuada Segretario Generale della CGIL Lombardia
Mantova 26/06 con la presenza di Daniele Gazzoli della Segreteria della CGIL Lombardia
Milano 30/06 con la presenza di Fabrizio Solari Segretario Confederale CGIL

 

ASSEMBLEA REGIONALE – ATTIVI


14 febbraio 2014
a Milano, Teatro Franco Parenti

Attivo regionale delle Delegate e dei Delegati CGIL dei settori non industriali per chiedere di estendere gli accordi sulla democrazia e la rappresentanza in tutti i luoghi di lavoro. Presenti Susanna Camusso e segretari generali nazionali delle categorie interessate. > Continua

 

21 giugno 2013

“Accordo del 31 maggio su Democrazia e Rappresentanza”

All’attivo dei delegati del 21 giugno 2013, la relazione di Nino Baseotto, Segretario generale della CGIL Lombardia Ripartire dal lavoro, mettere il lavoro al centro di una nuova e diversa politica economica e sociale non è solo una parola d’ordine, uno slogan, bensì una scelta appunto politica.  Significa cambiare paradigma e scala delle priorità, vuol dire puntare a rilanciare i consumi e l’occupazione, avviare un processo di redistribuzione del reddito e di alleggerimento della pressione fiscale a favore del lavoro dipendente, delle pensioni e di quelle imprese che investono, innovano, producono saldi occupazionali positivi e stabili.”  >> continua


19 novembre 2010 –
Auditorium di Milano

“Vivi e Attivi – Lavoro, sviluppo, buona occupazione, diritti: un patto tra generazioni per costruire il futuro”

In preparazione della manifestazione nazionale della CGIL del 27 novembre,attivo regionale con Susanna Camusso Segretario Generale della CGIL

>> Relazione di Nino Baseotto, Segretario Generale CGIL Lombardia

 

4 novembre 2009

“Contrastare la crisi e rinnovare i contratti: un binomio inscindibile a difesa dell’occupazione, dei diritti e dei redditi”

Assemblea regionale in preparazione della manifestazione nazionale del 14 novembre 2009 – Manifesto

Relazione di NINO BASEOTTO Segretario Generale CGIL Lombardia.
Conclusioni di SUSANNA CAMUSSO Segretario CGIL Nazionale

Comunicato stampa finale

 

4 marzo 2009

 

14 maggio 2008
CGIL CISL UIL Lombardia – riunione degli organismi esecutivi unitari
OdG:  Linee di riforma della struttura della contrattazione, democrazia e rappresentanza.

 

14 febbraio 2008
Consigli Generali CGIL CISL UIL della Lombardia
La situazione venuta determinarsi con la crisi di Governo che rischia di rinviare gli atti normativi necessari per rendere applicabili molti dei punti dell’accordo di luglio del 2007, le emergenze su salari e pensioni, obiettivi prioritari della piattaforma unitaria del 24 novembre 2007, saranno gli argomenti proposti alla riflessione unitaria.

 

3 luglio 2007
Attivo regionale del Sistema delle tutele e dei Servizi della CGIL Lombardia

 

26, 27 e 28 Maggio 2009, Arenzano

“Stati Generali della CGIL sulle politiche e i rapporti con la Regione Lombardia”.

Dalla nascita ai giorni nostri

La Confederazione Generale del Lavoro (CGdL) nacque al primo Congresso di Milano del 29 settembre – 1° ottobre 1906. Il primo Segretario generale fu il riformista Rinaldo Rigola, già in precedenza a capo del Segretariato Centrale della Resistenza, la struttura costituita nel 1902 con l’obiettivo di trovare la sintesi politica tra le spinte radicali dei rivoluzionari, che guidavano gran parte delle Camere del Lavoro, e le posizioni moderate dei riformisti, a capo delle principali Federazioni di mestiere e industriali. » continua su WWW.CGIL.IT

 

Buon compleanno CGIL. Alla festa per i 110 anni “Sempre dalla parte del lavoro”

29 settembre 2016 «Carta e referendum, per riaccendere la speranza» Rassegna.it Il segretario generale Susanna Camusso interviene in Piazza del Popolo. “Non abbiamo scritto una legge per metterla in un cassetto: il Parlamento deve discuterla” dice dal palco, rimarcando che “le vere ragioni della crisi sono le disuguaglianze” (fotografia di Cgil nazionale, account Twitter) “Non abbiamo scritto una legge per metterla in… Leggi tutto…

 

Carta dei Diritti Universali del Lavoro: un nuovo Statuto. Un patrimonio di dignità e libertà, una sfida da vincere insieme

‘Carta dei diritti universali del lavoro’, un nuovo Statuto. Un patrimonio di dignità e libertà, una sfida da vincere insieme Visita il sito WWW.CARTACGIL.IT  29 SETTEMBRE 2016 «Carta e referendum, per riaccendere la speranza» “Non abbiamo scritto una legge per metterla in un cassetto: il Parlamento deve discuterla”, ha detto dal palco di piazza del Popolo il segretario generale della Cgil Susanna… Leggi tutto…

 

“Da una parte sola” Pio Galli, storia di un metalmeccanico


La webTv della CGIL Lombardia presenta il documentario di Giusi Castelli (aprile 2016)

La decisiva partecipazione dei lavoratori alla Resistenza e alla Liberazione dal nazi-fascismo. La ricostruzione dei diritti democratici dentro e fuori i luoghi di lavoro: Dalle Commissioni interne degli anni ’50 alla costituzione della FLM. Pio Galli è stato Segretario Generale della Fiom-CGIL dal 1977 al 1985 e protagonista nella vicenda Fiat degli anni 80. Un documentario che offre uno spaccato storico dell’Italia del lavoro nei decenni che vanno dalla Liberazione alla metà degli anni ‘80.

Anteprima nazionale del documentario su Pio Galli, storia di un metalmeccanico

Martedì 19 aprile 2016 a Lecco, presso la Sala Don Ticozzi, in via Ongania 4, anteprima nazionale del film Pio Galli: da una parte sola, della regista Giusi Castelli, promosso dalla web-tv della CGIL Lombardia e dalla Camera del Lavoro di Lecco, con la collaborazione dell’Archivio del Lavoro di Milano e dall’Associazione Pio Galli di Lecco.

Annone, paese in festa per l’inaugurazione della via a Pio Galli

Sabato 28 maggio 2016  Amministrazione Comunale, Associazione Pio Galli e Cgil in festa sabato 28 maggio per l’inaugurazione della via intitolata a Pio Galli, sindacalista proprio di Annone di Brianza e segretario Nazionale della Fiom-Cgil dal 1977 al 1985.

Podcast di RadioArticolo1 : il 23 maggio 2016 a Roma,  AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio) presenta il documentario “Da una parte sola” Pio Galli, storia di un metalmeccanico

Con G. Castelli, regista; Tino Magni, associazione Pio Galli; Michela Spera, segreteria nazionale Fiom Cgil; Paolo Franco, già dirigente Fiom; Elena Lattuada, segretario generale Cgil Lombardia. Coordina Vincenzo Vita, presidente Aamod.

 

La Cgil Lombardia. Cenni sorici

Ieri

La nascita della struttura territoriale regionale lombarda (brano tratto dal libro Sindacato e territorio, Storia della CGIL Lombardia (1960-1984) di Mattia Granata e Jorge Torre Santos. Prefazione di Susanna Camusso. Ediesse 2014 www.ediesseonline.it

(…) A poco più di un mese dal congresso nazionale, il 20 maggio 1960 le segreterie delle Camere del Lavoro della Lombardia tenevano a Milano una riunione presieduta da Agostino Novella. (…)

Al termine della riunione veniva decisa: (…) la costituzione di un Comitato di coordinamento regionale delle Camere del Lavoro diretto dal segretario responsabile della Camera del lavoro di Regione e da un membro della stessa Segreteria provinciale.

Oggi

La Confederazione generale italiana del lavoro è la più antica e rappresentativa organizzazione sindacale italiana, con oltre 5 milioni di iscritti e iscritte tra lavoratori, pensionati e giovani. La Cgil stipula, attraverso le categorie, i contratti di lavoro, e svolge un’azione di tutela finalizzata a difendere e conquistare diritti individuali e collettivi: dai sistemi di welfare ai diritti sul posto di lavoro. Svolge un importante ruolo di costruzione della solidarietà con la pratica quotidiana della rappresentanza e della contrattazione.
Ha una struttura verticale, con dodici Federazioni di categoria, e orizzontale, con le Camere del lavoro e i regionali. La Cgil Lombardia, con i suoi 888.701 iscritti, è la più grande organizzazione regionale della Cgil. Le donne sono 388.115 (il 43.67), i lavoratori dell’artigianato sono 15.283 (l’1.72%), mentre i lavoratori migranti sono 64.920: il 15.01% dei lavoratori attivi e il 7.31% dell’insieme degli iscritti alla Cgil in Lombardia.

 

  • Milano 17 giugno 2015 – La CGIL Lombardia ha presentato alla stampa, in vista delle Conferenza di organizzazione delle Camere del lavoro e di quella nazionale del 17 e 18 settembre, i dati relativi alla sua attività, al tesseramento, all’uso delle risorse, ai suoi bilanci.

Il segretario organizzativo Franco Stasi ha sottolineato come “la CGIL, non da oggi, punti alla trasparenza relativamente alle risorse materiali e umane a disposizione.
Lo testimoniano in particolare la pubblicazione dal 2011 dei bilanci, dei dati sulla propria forza organizzata – senza reticenze sulle difficoltà che si incontrano – e la richiesta, a chi stipula con noi delle convenzioni, di aderire alla Carta dei valori. Il bilancio sociale, ha proseguito Stasi, che pubblichiamo ormai da tre anni, è la fedele fotografia delle moltissime iniziative organizzate dalla CGIL Lombardia, dalla partecipazione a tutto il percorso di realizzazione dell’evento EXPO, con proposte concrete anche sull’utilizzo futuro di quell’area, all’impegno per la legalità, contro il crimine organizzato, fino al lavoro di studio e di ricerca sui cambiamenti sociali.
L’obiettivo è di ampliare il campo di intervento anche con attività non tradizionali, come la nuova App “Noicgil” e il progetto rivolto alle fasce di lavoro precario, in particolar modo giovanile. Tutto questo è al centro delle conferenze di organizzazione delle Camere del lavoro”.
Il segretario generale della CGIL Lombardia Elena Lattuada, analizzando la realtà relativamente ai 901.591 tesserati del 2014, ha rilevato come, “pur in presenza di un calo di iscritti, diretta conseguenza della crisi del tessuto produttivo e industriale della regione, il 16% nel 2014 è rappresentato da nuovi iscritti. La composizione delle iscrizioni vede un 40% di donne e un 15% di lavoratori migranti, rispetto ai quali l’impegno costante sta dando i suoi frutti.
Molti nuovi iscritti – ha proseguito Lattuada – sono frutto dell’attività di tutela individuale svolta dalla CGIL nelle sue sedi: ben 186 punti del Patronato Inca nella regione, e 216 sedi del CAAF (assistenza fiscale).
Questo è il patrimonio di presenza e di insediamento della CGIL Lombardia.
Da qui si parte per continuare e rafforzare l’iniziativa di contrattazione ad ogni livello: contrattazione nei luoghi di lavoro, nei territori, nel rapporto con le istituzioni locali, ricomponendo e rafforzando l’iniziativa a favore di tutte quelle forme di lavoro non subordinato oggi presenti nel territorio lombardo.

Questo è l’impegno della CGIL – ha concluso – e la sfida coraggiosa che la CGIL Lombardia intende perseguire, a partire dalla riscrittura delle regole quali il “nuovo statuto dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori”, e con forme di promozione anche innovative come l’App rivolta alle giovani e ai giovani artigiani”.

  • Milano, 19 settembre 2014 “Cambia la SEDE, cresce l’IMPEGNO”  Inaugurazione della nuova sede regionale
  • Milano, 25 giugno 2014 Eletta la nuova segreteria della CGIL Lombardia che affiancherà Elena Lattuada 
  • Milano, 24 giugno 2014 Elena Lattuada è il nuovo Segretario generale della CGIL Lombardia
  • Milano, 23 giugno 2014 Nino Baseotto viene eletto nella Segreteria CGIL nazionale
  • 24 giu. – Passa dalla guida della Cgil lombarda alla segreteria di Susanna Camusso
  • Milano 21 giugno 2014  Dopo 32 anni la CGIL LOMBARDIA lascia la storica sede di Sesto San Giovanni e si trasferisce a Milano con le sue categorie E SI TRASFERISCE A MILANO CON LE SUE CATEGORIE

Era il 1979, e in Lombardia il movimento sindacale conosceva grandi cambiamenti: nascevano i Consigli unitari di zona, le federazioni Cgil Cisl Uil territoriali e la federazione Cgil Cisl Uil della Lombardia. Di pari passo col processo di costruzione dell’unità sindacale, nascevano via via le sedi unitarie. Con una grande sottoscrizione tra i lavoratorisi raccolsero i fondi per l’acquisto di uno stabile.

Nei primi anni Ottanta del 1900, parte dello stabilimento “Magneti Marelli A”, in viale Marelli, a Sesto San Giovanni, diventerà la sede regionale unitaria della federazione Cgil Cisl Uil della Lombardia. A inaugurarla, sabato 23 giugno 1984, i tre Segretari generali: Luciano Lama, Pierre Carniti e Giorgio Benvenuto, e nel dicembre dello stesso anno riceve anche la benedizione del Cardinale Carlo Maria Martini che, non ritualmente, nel suo discorso parla proprio dell’unità sindacale. Ma forse non tutti sanno che – lo racconta Antonio Pizzinato nel suo libro “Al centro del lavoro” – il 21 maggio del 1983, durante la sua visita a Sesto San Giovanni, Papa Wojtyla, prima di parlare ai lavoratori della “Stalingrado d’Italia” dal palco collocato nell’area oggi occupata da un parcheggio fra viale Edison e viale Italia, andò a riposarsi, per una decina di minuti proprionella sede regionale della federazione unitaria Cgil Cisl Uil, che era alle spalle di quell’area.

Oggi, dopo 32 anni, anche la Cgil Lombardia, dopo la CISL che l’ha fatto nel 2012, lascia definitivamente quella sede ormai vetusta e bisognosa di complicati lavori di ristrutturazione. In tempi di crisi anche il sindacato deve ottimizzare i costi delle proprie sedi e strutture, e al tempo stesso riunificare, com’è giusto, il patrimonio disperso delle tante categorie regionali dislocate altrove per un’oggettiva assenza di spazi. Dunque, con un considerevole sforzo collettivo, dalla vendita della vecchia sede e delle sedi regionali delle categorie, la CGIL ha individuato e acquistato uno spazio comune in Via Palmanova 22, a Milano, in un palazzo di otto piani – proprio accanto alla sede dello SPI Cgil, il sindacato dei pensionati – nel quale per il momento troveranno collocazione, oltre al regionale confederale, la Filctem (lavoratori chimici), la Fillea (edili), la Filt (trasporti), la Flc (lavoratori della conoscenza), la Funzione Pubblica, la Flai (lavoratori agroindustria) e una parte della Filcams (commercio e servizi).

  • 19 settembre 2014 Inaugurato a Milano in via Palmanova 22 il “Palazzo CGIL”

E’ la nuova sede della Cgil Lombardia. Nel giorno di apertura gli interventi del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, del governatore Roberto Maroni e dei sindaci Monica Chittò e Giuliano Pisapia. “Cambia la sede, cresce l’impegno”
All’insegna della parola d’ordine “Cambia la sede, cresce l’impegno” il Segretario generale della CGIL Lombardia,ELENA LATTUADA, ha aperto le celebrazioni 

Il Congresso confederale

Articolo 15 dello STATUTO della CGIL (approvato al 17° CONGRESSO NAZIONALE ■ 2014)

Il Congresso è il massimo organo deliberante della CGIL. Esso viene convocato ogni quattro anni e ogni qualvolta la sua convocazione sia deliberata dal Comitato Direttivo o richiesta da almeno un decimo delle iscritte/iscritti.
Il Comitato Direttivo della CGIL decide, con la maggioranza dei 3/4 dei componenti, un apposito Regolamento per lo svolgimento
dei Congressi garantendo l’attuazione dei principi di cui all’art. 6 del presente Statuto e le normative vincolanti, deliberate
dal Comitato Direttivo stesso, in applicazione del medesimo articolo dello Statuto.
Nelle assemblee di base il dibattito è aperto a tutti i lavoratori, mentre la possibilità di votare e di essere eletti è riservata alle
iscritte/iscritti nelle modalità previste dal Regolamento congressuale.

Congresso della CGIL Lombardia

12° 2018 “Il lavoro È” Assago, 20, 21, 22 novembre 2018: Clicca qui

11° 2014 “Il lavoro decide il futuro” Milano Assago, 26 e 27 marzo 2014:   Clicca qui

10° 2010 MalpensaFiere17 e 18 marzo 2010:  Clicca qui

9°   2006 “Riprogettare il paese: lavoro, saperi, diritti, libertà”  Mantova PALABAM 25•26•27 gennaio 2006: Clicca qui

8°   2002 “Per un mondo ricco di diritti”  Cernobbio 14,15,16 gennaio 2002: Clicca qui

7°   1996 “Tra il dire e il fare. Per il nuovo lavoro che cambia e per quello che non c’è” Bergamo, 6-7 giugno 1996: Clicca qui

 

I precedenti Congressi della CGIL Lombardia

  • 1° Congresso: 1968, 3-4 aprile (a Milano)
  • 2° Congresso: 1974, 22-23 febbraio (a Milano)
  • 3° Congresso: 1980, 6-9 febbraio (a Milano)
  • 4° Congresso: 1981, 8-10 ottobre (a Milano)
  • 5° Congresso: 1986, 29-31 gennaio (a Milano)
  • 6° Congresso: 1991, 24-26 settembre (Milano, Centro congressi Milanofiori)

 

♥ Il Taccuino della Lombardia / tutti i numeri arretrati 

Taccuino_Lombardia

Clicca qui

 

Intranet.cgil.lombardia.it:  Le buone prassi in CGIL Lombardia

LogoBuonePrassi_allin sx

La condivisione fa la forza: il progetto “Buone prassi”
Dai risultati emersi di recente durante lo svolgimento della Conferenza di Organizzazione nasce in CGIL la necessità di condividere e mettere a fattor comune le buone prassi e le pratiche standardizzate attuate a diversi livelli e nelle diverse realtà, allo scopo di favorire l’interscambio e la circolazione della conoscenza. Clicca qui

Archivio notiziario @CGIL.Lombardia.it

Con il 2015 si è chiusa l’esperienza del giornale regionale @CGIL.Lombardia.it. Clicca qui per i numeri pubblicati dal 2012 al 2015.

 

Archivi Storici

ARCHIVIO DEL LAVORO:  Centro di documentazione e di ricerca sulle relazioni industriali e sul movimento dei lavoratori Via Breda 56, 20099 Sesto San Giovanni
Il Ministero per i Beni e le Attività culturali ha riconosciuto l’Archivio del Lavoro e quindi tutto il nostro patrimonio storico come “archivio di interesse storico particolarmente importante”, questa dichiarazione è importante non solo perché da lustro alla storia della Cgil, ma anche perché tutela il patrimonio che conserviamo.

ARCHIVIO STORICO DELLA CGIL NAZIONALE –  L’inventario è consultabile on line
istruzioni | organizzazione dell’archivio confederale | fondi personali dell’archivio confederale | storia istituzionale .  Contatto: dott. Altre informazioni su http://www.cgil.it/organizzazione/archiviostorico.aspx

ARCHIVIO FOTOGRAFICO DELLA CONFEDERAZIONE

FONDAZIONE GIUSEPPE DI VITTORIO

IL MONDO DEGLI ARCHIVI Quadrimestrale di informazione e dibattito

ARCHIVIO STORICO CGIL VARESE – BUSTO ARSIZIO – Via Robbioni,14 – 21100 Varese (VA)  Tel: 0332288280   archiviostoricovarese@cgil.lombardia.it

BIBLIOTECA “DI VITTORIO” – Centro di documentazione sindacale Bergamo – Via Garibaldi,3 –  24124 Bergamo Tel: 0353594350 Fax: 0353594459 bibliobg@cgil.lombardia.it

ARCHIVIO STORICO CGIL DI CREMONA – Via Mantova,25  26100 Cremona (CR) Tel: 0372448661 – Fax: 0372448676

ARCHIVIO STORICO “BIGIO SAVOLDI E LIVIA BOTTARDI MILANI” CGIL BRESCIA – Via Fratelli Folonari, 20 25126 Brescia (BS) Tel: 0303729269

ISTITUTO MANTOVANO DI STORIA CONTEMPORANEA (IMSC) -Corso Garibaldi, 88 46100 Mantova (MN) – Tel: 0376352713 0376352713

ARCHIVIO STORICO DEL MOVIMENTO OPERAIO LECCHESE  – Via Besonda, 11  23900 Lecco (LC)    Tel: 0341488222 0341488222

AAMOD Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico

ANED Associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti

FONDAZIONE ISTITUTO GRAMSCI

FONDAZIONE ISEC Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea