Spi Cgil Bergamo: eletta Augusta Passera, una donna alla guida

in Notizie

Bergamo, lunedì 28 novembre 2016

“Ho una tessera che ha compiuto 40 anni e nei confronti della quale non ho mai avuto incertezze né perplessità, testimone di un’adesione profonda e convinta alla CGIL, alle sue battaglie, ai suoi valori”: con queste parole, questa mattina, Augusta Passera, eletta nuovo segretario generale dello SPI-CGIL di Bergamo, ha iniziato la sua relazione di fronte ai componenti dell’Assemblea Generale (il nuovo organismo nato in occasione della Conferenza di Organizzazione della CGIL nel settembre del 2015). Ha ottenuto 55 voti, battendo così di larghissima misura l’altro candidato che si era presentato per la carica di segretario generale, Osvaldo Giorgi (che ha ottenuto 15 preferenze).

Insegnante di matematica e scienze alle scuole medie di Brembilla, poi di Villa di Serio e, negli ultimi anni, in via Codussi a Bergamo, Augusta Passera è iscritta alla CGIL dagli anni ’70. Ha fatto parte a lungo del Comitato Direttivo della CGIL Scuola (oggi FLC-CGIL) e, più di recente, della segreteria provinciale dello SPI-CGIL a fianco di Gianni Peracchi di cui, da oggi, prende il posto.
E proprio il nuovo segretario generale della CGIL di Bergamo Peracchi ha salutato l’elezione di Augusta Passera dicendo: “Con le sue capacità di dialogo e ascolto, Augusta, con cui ho lavorato per anni, darà una nuova impronta a questo sindacato: a lei auguro un buon lavoro, che lo SPI e la CGIL svolgeranno insieme, in sinergia, aiutandosi l’uno con l’altra”.

“Vorrei che il fatto di essere una donna sia un valore aggiunto, un’opportunità, una molla per il cambiamento: con l’impegno di continuità con la gestione precedente, di cui ho fatto parte con piacere e di cui ho condiviso le azioni, ho intenzione di non adattarmi ad un modello maschile di organizzazione, ma di fare davvero un tentativo di conciliazione di vita e tempo di lavoro anche perché uno dei cambiamenti che ci troviamo ad affrontare è la disponibilità dei volontari per tempi sempre più ristretti (fanno i nonni, invecchiano meglio e vogliono, giustamente , anche godersi la vita…)” ha sottolineato durante il suo intervento di questa mattina.

Le priorità da cui cominciare a lavorare saranno, per Augusta Passera, “l’attenzione al Verbale con il Governo del 28 settembre sulle pensioni, in merito al quale proseguiranno le assemblee sul territorio (le prossime si terranno a Fara, Romano e Bergamo Celadina…), ma anche il rinnovamento del programma di formazione e cittadinanza attiva per i nostri iscritti” ha detto la neoeletta, che ha poi aggiunto: “Dopo un periodo di pausa nel campo della negoziazione territoriale, dobbiamo ora riprendere in mano la situazione: già settembre, in particolare nell’Isola e nel comune di Bergamo, siamo già ripartiti grazie al lavoro e alla perseveranza delle leghe SPI. Abbiamo anche  ripreso il confronto con ATS e le ASST. Il lavoro deve proseguire”.

Per i prossimi mesi, fino all’inizio del 2017, la segreteria attuale dello SPI-CGIL provinciale resterà invariata, cioè composta da Marcello Gibellini e Mino Caputo.