Appalti autostradali, sciopero nazionale il 19 ottobre

in UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

Fillea, Filca, Feneal: a rischio oltre 3.000 posti di lavoro. “Chiediamo al governo di intervenire con urgenza sul Codice degli appalti e fermare i licenziamenti”. Nel giorno dello stop iniziative in molte città italiane

Le Organizzazioni Sindacali FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL unitamente al Coordinamento Nazionale prendono atto che, nonostante gli impegni sottoscritti al Ministero delle Infrastrutture finalizzati ad affrontare il problema occupazionale determinato dalla nuova legge sugli appalti pubblici, sono iniziati i licenziamenti nelle aziende controllate dalle concessionarie autostradali, che intendono utilizzare il biennio di transizione previsto dalla legge per licenziare progressivamente le maestranze e stanno adeguando in questo modo le loro strategie. Infatti le concessionarie non affidano più direttamente molti lavori alle controllate per rientrare nei limiti della legge.

Chiediamo al Governo di mantenere gli impegni presi sulle internalizzazioni e di escludere con il decreto correttivo le manutenzioni e le progettazioni dal conteggio del 20% in quanto funzioni essenziali per qualsiasi concessionaria di un bene pubblico.Inoltre  alle imprese ed alle concessionarie di fermare i licenziamenti e di predisporre dei piani industriali che salvaguardino l’occupazione nelle società controllate.

Riccardo Piacentini Fillea CGIL Milano – Giuseppe Mauri Filca CISL – Ersilia Galiero Feneal UIL

Milano, 17 ottobre 2016