Ape social e lavoratori precoci: cosa c’è da sapere

in News

In ritardo, ma è arrivato: il decreto che contiene le misure per anticipare il pensionamento è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

La pensione anticipata per i  precoci e l’ape social non prevedono oneri a carico dei lavoratori.

➡ LAVORATORI PRECOCI: possono accedere alla pensione anticipata con 41 anni di contribuzione entro il 2017 e 12 mesi di contributi versati prima del compimento del 19° anno di età.

➡ APE SOCIALE: consente di anticipare la scadenza della pensione di vecchiaia. Per accedere bisogna avere 63 anni di età entro il 2017.

 

In entrambi i casi l’accesso agli strumenti di anticipazione è riservato solo ai soggetti che soddisfano alcuni requisiti, tra loro alternativi:

1⃣ Disoccupati iscritti ai Centri per l’Impiego senza ammortizzatori da 3 mesi post licenziamento / dimissioni per giusta causa da contratto a tempo indeterminato

2⃣ Disabili con almeno il 74% di invalidità

3⃣ Familiari che assistono da 6 mesi un parente di 1° grado convivente in stato di gravità (legge 104)

In questi tre casi, per accedere all’ape social, servono almeno 30 anni di contributi.

 

Per avere più informazioni:

Leggi il volantino Inca e Cgil Lombardia

Visita il sito Cgil e quello del patronato

Rivolgiti allo sportello Inca più vicino a te!