ALER: dispersione risorse pubbliche

in Casa, Territorio, Mobilità, EXPO, UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE

LA FRAGILITA’ DEL PIANO DI RISANAMENTO DELLE AZIENDE ALER, L’ASSENZA DI CONTROLLO DI REGIONE LOMBARDIA E L’INEFFICACIA DELLA RIFORMA DELL’EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, PORTANO ALLA DISPERSIONE DI RISORSE PUBBLICHE.

È IMPORTANTE INDIVIDUARE LE RESPONSABILITA’

 

Nel pieno di una fase di altissima criticità per tutto il sistema di gestione dell’edilizia residenziale pubblica regionale, facente capo alle aziende identificate come enti pubblici di natura economica,  apprendiamo con sconcerto che proprio ALER Milano ─ sicuramente la più esposta sul piano dell’indebitamento, così come risulta dalla Commissione d’inchiesta costituita in seno al Consiglio regionale ─ ha erogato nel corso degli ultimi 2 anni un bonus economico a un gruppo ristretto di propri dipendenti una somma superiore a 500mila euro. Se si considera che ciò avviene mentre è in corso il piano di razionalizzazione della spesa di gestione, che ha visto anche tagli generalizzati sul costo del personale, l’accaduto assume l’aspetto di un estremo paradosso.

 

È necessario quindi che la Giunta regionale e l’assessorato competente agiscano con fermezza al fine di chiarire l’accaduto, per prendere provvedimenti che siano commisurati alla gravità dei fatti emersi e della situazione che si è determinata, che riteniamo inaccettabile e vergognosa, anche a fronte di un contesto che vede sacrifici da parte dei lavoratori e degli inquilini.

 

FP CGIL Lombardia e CGIL Lombardia

Milano, 11 novembre 2016

Tag: